Murrine

Casa Vogue, luglio-agosto 1976, foto Maria Vittoria Backhaus

“Aveva ricoperto con una pioggia di murrine multicolori alcune sue creazioni di moda. Per Casa Vogue aveva curato tutto un servizio speciale sulle murrine, vere e finte, dipingendo persino tutto un grande fondale a murrine giganti e rivestendo di murrine addirittura le lenti di un paio di occhiali e il centro dei long-playing.


Erano stati prodotti foulards e bijoux a murrine, su suo disegno; erano stati messi n commercio piccole cassettiere, bauletti, cestini per la carta, cartelle e block notes foderati con una speciale carta a motivi di murrine, sempre disegnata da lui e Franca Petroli aveva messo in produzione una serie di tavolini e scaffali rivestiti con il medesimo motivo, plastificato.
Piatti di ceramica così decorati venivano eseguiti da Ceramica d’Este”.
Isa Vercelloni, in Rinaldi, Paolo (a cura di). Walter Albini: lo stile della moda.
Modena, Zanfi Editore, 1988

  • Casa Vogue, luglio-agosto 1976, foto Maria Vittoria Backhaus

  • Casa Vogue, luglio-agosto 1976, foto Maria Vittoria Backhaus

  • Casa Vogue, luglio-agosto 1976, foto Maria Vittoria Backhaus

  • Casa Vogue, luglio-agosto 1976, foto Maria Vittoria Backhaus

  • Casa Vogue, luglio-agosto 1976, foto Maria Vittoria Backhaus